Il 5 settembre del 1959 un nubifragio eccezionale colpì Ancona. Le vittime della sciagura furono 10, i danni arrecati alla città furono tantissimi: le conseguenze più gravi del nubifragio furono subite da alcuni dei quartieri più popolari di Ancona come La Palombella, San Lazzaro e Valle Miano con tutta la vasta area della stazione ferroviaria.

I Vigili del fuoco, provenienti dall’intera regione e anche da alcune limitrofe (come Abruzzo, Emilia Romagna e Lazio), operarono senza sosta ed in condizioni estreme per più di sette giorni in soccorso alla popolazione effettuando oltre 100 salvataggi di persone.