TRIESTE (TS)
Sabato 13.11.2021

ESERCITAZIONE PER POSTI DI COMANDO E MANOVRE OPERATIVE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

Tra le regioni coinvolte nella quarta settimana dell’esercitazione nazionale, organizzata dalla Direzione centrale per l’Emergenza per testare i sistemi di risposta ad una macro emergenza, anche il Friuli Venezia Giulia. 
Nell’esercitazione sono stati impegnate tutte le specializzazioni del Corpo: più di 200 i Vigili del fuoco in campo su sette differenti scenari emergenziali sul territorio.
L’esercitazione di questa settimana è partita con la simulazione di un evento sismico nella provincia di Trieste con conseguente allertamento della Sala Operativa del CON (Centro Operativo Nazionale) e di quelle delle Direzioni Regionali e dei comandi Vigili del fuoco dell’intero territorio nazionale.
Tra gli altri scenari dell’esercitazione, a Gorizia è stata simulata la ricerca di una persona dispersa nella zona del “Parco Piuma”, per la quale è stato utilizzato il furgone UCL (Unità Comando Locale) dal quale sono state coordinate le operazioni di tutte le squadre impegnate nella ricerca; a Pordenone gli scenari esercitativi sono stati tre: montaggio del campo base MSL (Modulo di Supporto Logistico), addestramento su tecniche innovative e tecniche TPSS (Tecniche di Primo Soccorso Sanitario) negli interventi di incidenti stradali ed infine nel terzo scenario è stato simulato il soccorso a persone all’interno di un’autovettura con bloccata in un guado lungo il corso del fiume Meduna, a Cordenons; ad Udine sono stati due gli scenari: uno a Venzone dove sono stati eseguiti dei sopralluoghi su alcune case danneggiate dal sisma del 1976 per migliorare la conoscenza dei Vigili del fuoco sui danni strutturali post terremoto, mentre il secondo scenario udinese si è sviluppato a Colloredo di Monte Albano presso un’azienda che distribuisce gas GPL: qui le squadre migliorato la loro conoscenza sulle autocisterne che trasportano GPL, simulando la messa in sicurezza di un serbatoio.
Ai vigili del fuoco in campo, si sono aggiunti anche volontari della Protezione Civile Regionale e della Croce Rossa Italiana