TECNICHE E MANOVRE INTERVENTO AMBIENTE DOMESTICO

Prosegue l’impegno dei Vigili del fuoco nell’elaborare e perfezionare manovre e tecniche di intervento rivolte a persone con specifiche necessità.
I Vigili del fuoco di Pordenone hanno organizzato, in collaborazione con l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e con i colleghi dei comandi di Ascoli Piceno e Genova, un’esercitazione sul soccorso a individui affetti da sclerosi multipla ipotizzando tre scenari d’intervento in ambiente domestico.
Nella prima simulazione, a seguito di un evento sismico, è stata evacuata una persona in sedia a rotelle da un appartamento, utilizzando le scale interne al condominio. 
Seconda prova simile alla precedente, ma cambia la manovra di evacuazione poiché le scale e l’ascensore erano compromessi: vincolati all’autoscala, e con tecniche di derivazione speleo, i Vigili del fuoco hanno portato al sicuro una donna dal quinto piano dell’edificio. 
Nella terza simulazione salvate quattro persone, ognuna in una stanza differente ma all’interno della stessa abitazione: una volta localizzate, con le modalità di soccorso più idonee, la squadra le ha condotte fuori dalla struttura in un luogo sicuro.   
In tutti e tre gli scenari d’intervento, oltre alle specifiche tecniche operative, è stata posta grande attenzione affinché fosse instaurato un dialogo, una interazione tra soccorritori e soccorsi.
Con questa iniziativa il Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco conferma la sua consueta attenzione verso il soccorso e la sicurezza di tutte le persone, anche quelle con specifiche necessità, in linea con le indicazioni della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.