QUESTA MATTINA A RIETI LE ESEQUIE DI STEFANO COLASANTI


Il vigile del fuoco aveva perso la vita in servizio il 5 dicembre per l’esplosione dell’autocisterna a Borgo Quinzio 


“Il pompiere paura non ne ha. Sono sicura che papà ne avesse, ma ha prevalso il coraggio”. Sono queste le parole dette dalla figlia Benedetta al funerale del padre, il vigile del fuoco Stefano Colasanti, morto il 5 dicembre nell'esplosione dell'autocisterna di GPL a Borgo Quinzio nel reatino.  Oltre duemila persone hanno partecipato alla cerimonia nella Cattedrale Santa Maria Assunta di Rieti per l’ultimo saluto a Stefano e Andrea, il civile che ha perso la vita nello stesso incidente, in cui sono rimasti feriti anche altri sette vigili del fuoco e altre dieci persone. 
Il funerale è stato celebrato dal vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, in una chiesa piena di colleghi e di amici che si sono stretti ai familiari delle due vittime. Erano presenti il sottosegretario all’Interno Stefano Candiani, il capo Dipartimento dei Vigili del fuoco Bruno Frattasi, il capo del Corpo Fabio Dattilo e le più alte autorità civili e militari della provincia.